Blog

Acque balneabili, nel 2016 il 96% dei siti Ue in regola
 

Aumentano in Europa i siti dove lo stato delle acque balneabili è eccellente, con l’Italia che mantiene ottimi livelli ma si segnala anche per il numero di siti (22) in cui lo status della qualità delle acque è regredito da ‘almeno sufficiente’ a ‘scarso’. Si tratta del deterioramento peggiore osservato in un singolo paese europeo tra il 2015 e il 2016. E’ quanto emerge dal rapporto annuale della Commissione europea e dell’Agenzia europea dell’Ambiente sulla qualità delle acque balneabili.

Basandosi su dati del 2016, lo studio definisce ‘eccellente’ la qualità delle acque dell’85,5% dei siti monitorati in Europa, in aumento dal 2011 quando la percentuale era al 78,1%. Nel 96,3% dei casi le acque rispondono ai requisiti delle norme Ue. In Italia il dato è superiore sia per le acque costiere (97,2%) che per quelle dell’entroterra (97,7%), mentre i siti in cui il livello di qualità delle acque è scarso sono rispettivamente il 2% per le coste e lo 0,8% per l’entroterra.

 

Risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.

5 × 2 =