Blog

Microscopio rileva qualità aria con intelligenza artificiale
 

Oltre il 90% della popolazione globale respira inquinamento e presto potrebbe avere a disposizione un sistema affidabile e non troppo costoso per tenere sotto controllo i livelli di sostanze nocive presenti nell’aria. Alcuni ricercatori americani hanno sviluppato un dispositivo mobile per misurare la qualità dell’aria che respiriamo sfruttando l’intelligenza artificiale.

Il sistema, chiamato c-Air, è stato messo a punto da un team dell’UCLA, l’Università della California, Los Angeles, e illustrato sulla rivista Light: Science and Applications.

Funziona rilevando la presenza di inquinanti e determinandone concentrazione e dimensione utilizzando un microscopio mobile collegato a smartphone e un algoritmo di apprendimento automatico che analizza automaticamente le immagini degli inquinanti.

L’invenzione, spiegano i ricercatori, punta a dare a molte più persone nel mondo la possibilità di rilevare con accuratezza la presenza di particolato nell’aria. Secondo dati dell’Organizzazione mondiale della sanità ogni anno 7 milioni di persone muoiono prematuramente proprio a causa dell’inquinamento atmosferico. Una raccolta di dati più diffusa e capillare, aggiungono gli scienziati, “potrebbe aiutare i governi a sviluppare politiche e regolamenti migliori”.

Risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.

dieci + 16 =