Blog

Investe l’amante del marito, condannata a 8 anni di carcere
 

Avrebbe tentato di uccidere l’amante del marito, investendola con l’automobile. Lei, una donna di 45 anni, è stata condannata ieri per tentato omicidio dal giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Palmi, Caterina De Liguori.

Concetta Muzzupapa, di Rizziconi, si è vista dunque infliggere 8 anni di carcere, anche se la Procura di anni ne aveva proposti 12 anni, mentre il suo legale donna, Giuseppe Milicia, aveva chiesto di derubricare l’accusa a lesioni colpose e omissione di soccorso. La donna era stata arrestata il 27 gennaio dai carabinieri  di Taurianova.

La vittima, C.Z., una 47enne anche lei di Rizziconi, era stata investita dopo essere scesa dalla sua autovettura, riportando delle gravi lesioni in più parti del corpo e versando per diversi giorni in pericolo di vita, per poi a riprendersi al termine di un lungo ricovero ospedaliero, oltre che dopo numerosi e complessi interventi chirurgici.

Inizialmente un uomo si è costituito come responsabile dell’accaduto, ma le successive indagini dei militari avrebbero consentito di appurare che, in realtà, l’episodio non era stato accidentale e che la vera responsabile sarebbe stata Muzzupapa, che secondo gli gli inquirenti avrebbe investito la 47enne per punirla di aver intrattenuto con il marito una relazione extraconiugale clandestina.