Blog

L’architetto Dominijanni presenta nuovo ricorso al Tar per l’assunzione al Comune di Crotone
 

L’arch. Elisabetta Dominijanni, con un nuovo ricorso, ha richiesto alla sezione Lavoro del Tribunale di Crotone di accertare definitivamente il proprio diritto ad ottenere l’assunzione presso il Comune di Crotone nella qualità di dirigente di area tecnica a decorrere dallo scorso agosto 2016: è da allora che – secondo la tesi dell’Avv. Sandro Cretella che difende l’ex dirigente dell’Urbanistica – si sarebbe concretizzato l’obbligo di assumere l’architetto.

E’ ormai il quarto contenzioso di una complessa vicenda rispetto alla quale, dopo essere risultata vincitrice di un concorso per dirigente a tempo indeterminato, il Comune di Crotone ha negato la possibilità di essere assunta alle dipendenze dell’ente, dapprima annullando il concorso per patiti vizi procedurali e poi indicendo una nuova selezione a tempo determinato che ha recentemente portato al vertice dell’Urbanistica e dei lavori pubblici l’Ing. Giuseppe Germinara, già dirigente del settore urbanistica della Provincia di Crotone.

«Solo il giudice ordinario potrà chiarire una volta per tutte se, come riteniamo, all’Arch. Dominijanni spetti, nella qualità di vincitrice di concorso, il diritto a rivestire le funzioni di dirigente tecnico presso il Comune di Crotone.

Il deprecabile atteggiamento del Comune di Crotone ha imposto una complessa frammentazione della tutela giudiziaria, obbligandoci ad inseguire letteralmente l’amministrazione in tutta una serie di scelte che hanno avuto quale unico “trait d’union” il dichiarato intento di non assumere l’Arch. Dominijanni, sebbene regolare vincitrice di un concorso pubblico.

Abbiamo dapprima dovuto adire il TAR della Calabria al fine di ottenere – così come abbiamo ottenuto – l’annullamento del provvedimento di ritiro del concorso pubblico.

Tuttavia, nonostante tale sentenza, il Comune di Crotone ha perseverato, tentando dichiaratamente di bypassare la sentenza del TAR ed indicendo una illegittima selezione per il reclutamento a tempo determinato di un altro dirigente.

Il giudice amministrativo a cui ci siamo dovuti sinora rivolgere al fine di ottenere il ritiro del provvedimento di annullamento del concorso pubblico ha ormai chiarito a più riprese – da ultimo con una sentenza depositata lo scorso venerdì – che tutti gli atti diversi dall’annullamento del concorso vinto dall’Arch. Dominijanni ed attraverso i quali il Comune di Crotone sta reiteratamente tentando di porre nel nulla il diritto della sessa di rivestire le funzioni che le spettano, rientrano nella cognizione del Tribunale di Crotone.

Ne eravamo pienamente consapevoli e, non a caso, già lo scorso aprile avevamo depositato il ricorso innanzi al Tribunale di Crotone che chiarirà, una volta per tutte, se la Dominijanni avrà diritto ad essere assunta presso il Comune di Crotone nonché al risarcimento di tutti i danni sinora patiti a causa dell’illegittimo agire dell’amministrazione».

La prima udienza di discussione della causa davanti al Tribunale di Crotone è fissata per il prossimo 19 settembre.

Risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.

quattro × 4 =