Blog

sequestrato capannone abusivo in costruzione a Melissa.I carabinieri forestali sono intervenuti in seguito ad una circostanziata segnalazione
 

Un capannone non completato in un’area agricola è stato sequestrato dai carabinieri forestali nei giorni scorsi nella loc. Murtari del comune di Melissa. In seguito a verifiche effettuate presso l’ufficio comunale competente è emerso che il fabbricato era completamente abusivo. Il sequestro è stato già convalidato dall’Autorità giudiziaria.

I militari sono intervenuti per eseguire un controllo a seguito di una segnalazione circostanziata pervenuta nei giorni appena scorsi alla stazione CC Forestale Cirò. Dopo le necessarie verifiche, constatata l’assenza di atti legittimanti l’opera in corso di edificazione, i militari hanno preceduto al sequestro del manufatto per interrompere il reato e impedire che potesse essere portato a conseguenze ulteriori mediante la prosecuzione dei lavori.

Il manufatto posto sotto sequestro è esteso in pianta 11,45 m x 7,85 m ed altezza compresa tra 2,80 m e 4,00 m. Sono presenti tre muri di tamponamento, intonacati internamente e esternamente, realizzati in blocchi di calcestruzzo e 8 pilastri. La copertura non è stata ancora realizzata. I lavori hanno interessato un’area agricola del territorio ricadente nella ZPS (Zona di protezione speciale) Marchesato e fiume Neto della Rete Natura 2000.

La notizia è stata resa nota oggi in seguito alla convalida del sequestro disposta dall’Autorità giudiziaria. Il proprietario e l’usufruttuario del terreno sono deceduti e sono in corso approfondimenti per accertare eventuali ulteriori responsabilità.

Risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.

undici − 7 =