Blog

CROTONE: FI su chiusura Palazzo Morelli – Ufficio Scavi Crotone
 
La Capitale della Magna Grecia perde l’Ufficio Scavi della Soprintendenza! Senza alcun clamore politico, con esplicito riferimento a chi oggi governa Crotone ed a chi si occupa dei beni culturali a Roma, anche gli uffici che rappresentano il presidio tecnico-scientifico per le attività di scavo e di vigilanza sui beni storici, artistici e culturali di Crotone chiudono bottega.
La nostra storia, la nostra cultura, sono più che mai i cavalli di battaglia di questi politici che si riempiono la bocca quando parlano del futuro della nostra terra. Parlano, parlano, e quando, al momento giusto, devono agire…..si perdono in un bicchiere d’acqua. Come si fa, ci chiediamo ma soprattutto chiediamo a chi ricopre certi ruoli politici/istituzionali, a non intervenire nel momento in cui si chiude il presidio territoriale?
E pensare che abbiamo appena stretto “amicizia” con Samo e che nell’antica Grecia “l’ultimo dei Crotoniati è il primo dei Greci”. Oggi siamo solo e semplicemente gli ultimi!
Se Crotone fosse un’azienda sarebbe il caso di portare i libri in tribunale e i suoi amministratori, i politici, sollevati da ogni incarico. Questa classe dirigente, locale, regionale e nazionale, non ha la capacità di gestire e risolvere i problemi. Ognuno pensa a se stesso e nessuno al territorio, alla gente, ai disoccupati.
Tutti contro tutti. E tutto chiude. Nessuna visione del futuro, nessun progetto, nessuna speranza…..tranne l’ultima rimasta e che tiene tutti con il fiato sospeso: la salvezza del Crotone Calcio.

Risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.

dodici − undici =