Blog

Michele Affidato realizza i premi per “Area Sanremo”
 

Per il maestro orafo Michele Affidato è già iniziato il Festival di Sanremo. Sabato scorso infatti si è
tenuta la finale di “Area Sanremo”, il contest dedicato ai talenti emergenti italiani che mette in
palio due posti per la kermesse più attesa dal mondo della musica, di cui il Maestro è orafo
ufficiale da diversi anni e per il quale ha realizzato i premi, che consistono in dei bassorilievi in
argento, per gli otto finalisti arrivati alla serata clou, che si è tenuta presso il Teatro del Casinò di
Sanremo. Area Sanremo è stato definito il “Il Concorso che apre le porte del Festival della Canzone
Italiana” e il sindaco della città dei fiori, Alberto Biancheri, ha spiegato come “L'edizione è stata
all'insegna del rinnovamento. Congiuntamente, Comune e Orchestra Sinfonica, hanno deciso di
rimodulare l'evento al fine di consolidarlo e poter ripartire con maggiori ambizioni”. Direttore
artistico di Area Sanremo è Massimo Cotto, giornalista, scrittore e speaker di Virgin Radio mentre
l'organizzazione è stata affidata alla Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo, di cui è
presidente Livio Emanueli. Sono stati ben 65 gli artisti ammessi alla fase finale, da questi sono stati
scelti gli 8 vincitori proclamati lo scorso 9 novembre. In base a convenzione in atto tra la RAI ed il
Comune di Sanremo, la stessa RAI si è impegnata a garantire la partecipazione al 70° Festival della
Canzone Italiana nella Sezione Nuove Proposte o in eventuali altre categorie meglio definite di 2
artisti scelti dalla Commissione Musicale RAI. Grande soddisfazione per il maestro Michele
Affidato, che da diversi anni realizza i premi non solo per il concorso di Area Sanremo ma anche
per il Festival dove negli anni ha realizzato opere assegnate ad artisti che hanno fatto la storia
della musica italiana. “Questo concorso – afferma il maestro Affidato – apre nel migliore dei modi il
Festival di Sanremo. L'energia, l'entusiasmo e la voglia di arrivare che si legge negli occhi di questi
ragazzi alimenta la passione anche nel nostro lavoro. Ho avuto la fortuna di vedere all'opera tanti
giovani emergenti, poi diventati artisti affermati e auguro ai finalisti di questa edizione che lo
stesso valga anche per loro”. Tutti i giovani presenti al teatro del Casinò di Sanremo per la finale
hanno ricevuto i complimenti del presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo
Livio Emanueli. Della giuria, presieduta da Vittorio De Scalzi, facevano parte anche Teresa De Sio,
Petra Magoni, Andy Bluvertigo e Gianni Testa. Gli otto vincitori sono: Arianna Manca con il brano
“Andarsi bene”, Jacqueline Branciforte con “Game over”, Matteo Faustini “Nel bene e nel male”, il
duo composto da Gabriella Martinelli e Lula “Il gigante d’acciaio”, Alessia Gerardi “Atipica”, Alex
Leo “A cuore fermo”, Camilla Magli “Eterno rosso” e Andrea Risso detto Messya con “T.S.O.”. Tra
questi ci saranno i due giovani artisti che parteciperanno al prossimo Festival di Sanremo che sarà
condotto da Amadeus e che si svolgerà nella città dei fiori dal 4-8 febbraio 2020.

Risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.

diciannove − 2 =