Blog

Nastri d’Argento per le Grandi Serie firmati da Michele Affidato
 

Tra i premiati già annunciati protagonisti come
Luca Zingaretti, Marco d’Amore e il regista Saverio Costanzo
Un nuovo appuntamento con i Premi dei Giornalisti cinematografici
In collaborazione con la Campania Film Commission

a Napoli il 18 e 19 Settembre 

Saranno firmati dall’eccellenza esclusiva dell’orafo Michele Affidato, in
un’edizione che aggiorna l’idea iconica della tradizionale pellicola cinematografica, i Nastri
d’Argento per le Grandi Serie Internazionali. Un’idea che rende ancora più in sintonia il Premio dei
Giornalisti Cinematografici Italiani con il cinema entrato ormai stabilmente nel mondo della grande
serialità internazionale, cambiando formato ma non la suggestione che ha ormai conquistato il
pubblico di molte ‘piattaforme’ internazionali, ottenendo pieno diritto di cittadinanza anche nei
Festival più prestigiosi. E un tema che i Giornalisti Cinematografici hanno colto da qualche anno e
diventa centrale ora con il nuovo capitolo del Premio, nato nel 1946, che per primo nella storia dei
premi ha acceso non solo in Italia, ma nel mondo, dopo Oscar® e Golden Globes, l’attenzione della
stampa e del cinema dopo film, documentari e cortometraggi, ora anche sulle serie.
Il premio mantiene la classica cornice d’argento che racchiude, al centro, il tradizionale nastro di
pellicola, rinfrescandone’ però l’immagine -in chiave più attuale- e l’iscrizione con il testo della
serie televisiva o del protagonista vincitore nel blu notte che è anche il colore del logo ufficiale del
Sngci che promuove i Nastri.
Riceveranno il Premio a Napoli il 18 e 19 Settembre, com’è stato confermato oggi dai Giornalisti
Cinematografici sul palco romano dei Nastri per il lungometraggio, alcuni protagonisti del primo
decennio di grande serialità: Luca Zingaretti e Palomar per Il Commissario Montalbano, Marco
D’Amore e Cattleya per Gomorra. Poi i protagonisti di un palmarès che sarà votato da una Giuria
del Sngci, che promuove i Nastri, su ‘cinquine’ annunciate nelle prossime settimane.
Affidato non è nuovo alla collaborazione con i più prestigiosi eventi del cinema e generalmente
del mondo culturale: con le sue creazioni, negli anni sono stati premiati artisti del gotha del
cinema internazionale. E dice, ai Nastri d’Argento: “Sono convinto che sarà un’edizione di rinascita
e di ripartenza – dichiara Michele Affidato – ogni forma di arte aiuta l’anima di chi oggi ha bisogno
della bellezza per ritornare alla serenità di prima”. E il ‘taglio’ di un nuovo nastro che guarda al
futuro mentre festeggia la sua 75.ma edizione, come accade questa sera a Roma, al MAXXI, il
Museo nazionale delle arti del XXI secolo che ospita il grande cinema.
I Nastri d’Argento, selezionati dai giornalisti cinematografici e affidati al coordinamento artistico e
alla guida di un Direttivo Nazionale presieduto da Laura Delli Colli, sono nati nel 1946, a Roma e
continuano a premiare i maestri del grande cinema, ma anche le novità più interessanti nella
produzione e naturalmente autori, attrici, attori, produttori, tecnici, diventando anche punto di
riferimento per il mondo dei documentari e dei cortometraggi.