Blog

Istat, export extra Ue -3,7% a settembre
 

L’Istat stima una “flessione congiunturale e tendenziale delle esportazioni verso i paesi extra Ue a settembre 2018, dopo la positiva dinamica” di agosto.
Il calo, rispetto al mese precedente, è del 3,7% e quello rispetto all’anno precedente raggiunge il 7,3% (-3,1% corretto per i giorni di calendario). Le importazioni sono, invece, in crescita “molto marcata” sia sul mese precedente (+4,1%) che, soprattutto, su base annua (+17,5% che aumenta a +21,8% nei dati corretti). La flessione congiunturale è estesa a quasi tutti i raggruppamenti principali, con l’eccezione dei beni di consumo durevoli (+1,1%). L’energia (-13,9%) e i beni intermedi (-4,3%) registrano una marcata riduzione. Su base annua, è rilevante per i beni strumentali (-13,2%) e i beni di consumo durevoli (-7,1%).

L’export verso Turchia (-31,1%), Russia (-24,9%), Medio Oriente (-18,6%), paesi Mercosur (-18,3%), Giappone (-17,5%) e Cina (-17,3%) è in forte diminuzione su base annua. Aumentano, invece, le vendite verso i paesi Asean (+4,5%).

Risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.

4 + sei =