Blog

Tumori: Tajani, 2,6 milioni di europei colpiti ogni anno, poca prevenzione
 

“Oltre 2,6 milioni di cittadini dell’Unione Europea sono colpiti ogni anno da un tumore ma nonostante ciò investiamo ancora poche risorse in prevenzione e ricerca medico-scientifica, anche se negli ultimi anni abbiamo fatto molto per cercare di recuperare il tempo perduto, ad esempio col Settimo programma Quadro e con Horizon 2020″. Lo ha sottolineato il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, in occasione della presentazione del libro ‘Insieme contro il cancro’ alla Camera dei deputati.

“A livello legislativo – ha rilevato Tajani – invece servono nuove misure per migliorare l’accesso ai nuovi farmaci e favorire il più possibile la libertà di movimento e le cure transfrontaliere ma anche per implementare le reti di cooperazione e ricerca a livello europeo. Come per molte altre sfide anche quella contro i tumori deve essere affrontata sempre più a livello comunitario. Da parte mia, mi impegnerò a fondo perché il Parlamento Europeo si impegni direttamente con atti concreti”.

Tajani ha quindi sottolineato come l’Europa abbia portato avanti “atti positivi ad esempio rispetto alla normativa sul tabacco: è giusto che nella fase di riconversione di quei settori agricoli – ha detto – si informino i cittadini dando segnali d’allarme”. Un esempio, ha affermato, “sono le scritte sui pacchetti di sigarette: un messaggio che crea allarme, infatti, può aiutare ad essere prudenti rispetto al fumo”.

Infine, una battuta rispetto all’assegnazione della nuova sede per l’Agenzia europea dei medicinali (Ema): “Non posso pronunciarmi – ha detto Tajani – ma mi auguro che l’Ema non vada a finire in qualche luogo sperduto per scelte non di merito bensì di tipo politico, che potrebbero allontanare molti ricercatori che oggi vi lavorano”.

Risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.

3 − uno =