Blog

Ue, pil pro-capite Italia sotto media Ue
 

Gli italiani, con una media di 27.700 euro per abitante, sono più poveri della media nell’Unione europea, dove il Pil pro capite è di 29.200 euro.
Emerge dai conti economici territoriali di Eurostat aggiornati al 2016. Il pil per abitante in Italia è ben lontano dalla vetta della classifica europea, occupata da Lussemburgo (90.700 euro pro-capite), Irlanda (58.800 euro) e Danimarca (48.400 euro).
Il Nord-ovest e il Nord-est d’Italia, con rispettivamente 34.100 e 33.300 euro per abitante, sono le sole aree geografiche della penisola a superare la media Ue.
Tra le regioni dell’Ue, lo scettro va agli abitanti di Londra Ovest, i più ricchi d’Europa con 207.300 euro pro capite, seguiti dal Granducato del Lussemburgo (90.700 euro per abitante) e da Sud ed Est Irlanda (69.900 euro). Gli abitanti della regione bulgara di Severozapaden sono invece i più poveri d’Europa, con un pil pro-capite di 4.100 euro.
Secondo Eurostat, in Italia, Nord-ovest e Nord-est si confermano dunque le aree geografiche dove in media gli abitanti sono più ricchi. Segue il Centro, con 29.900 euro pro-capite. Fanalino di coda della penisola, il Mezzogiorno con 18.600 euro per abitante, poco più della metà di quello del Nord-ovest. Le regioni italiane si collocano tutte nella fascia media del prodotto interno lordo pro capite in Europa, con alcune distinzioni: le regioni di Nord-ovest e Nord-est, infatti, superano tutte, seppur di poco, la media Ue, mentre per il centro chi fa di poco meglio della media sono solamente gli abitanti di Toscana e Lazio. Tutte le regioni del Mezzogiorno si trovano invece al di sotto della media Ue.
Infine, gli abitanti più ricchi d’Italia sono quelli della Provincia autonoma di Bolzano, con 42.600 euro pro-capite, mentre i più poveri sono gli abitanti della Calabria, con 16.800 euro.

Risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.

12 + 15 =