Blog

Crotone: Comunicato stampa dei Consiglieri Comunali Enrico Pedace e Fabiola Marrelli su emergenze in città
 

Esimio Sindaco, i cumuli di rifiuti abbandonati, in modo incontrollato fuori dai cassonetti nella città, che macerano sotto il sole, costituiscono un rischio per la salute dei cittadini per la proliferazione di parassiti e per la possibilità della diffusione di malattie infettive al contatto con le persone. In più in queste condizioni di degrado prolifera la popolazione di roditori e di insetti, che possono essere vettori di altri patologie.

Non è più il tempo di tergiversare con decisioni che tardano ad arrivare e con manifestazioni che non danno nessun riscontro pratico alla problematica esistente che è seria quanto grave. C’è un problema di gestione del ciclo dei rifiuti che non conosce altri esempi in Italia e mai la città è stata così in sofferenza. Una questione che va affrontata con immediatezza e Lei, massima autorità sanitaria sul territorio, ha il dovere di agire prima che sia troppo tardi.

Se c’è una emergenza, come in questo caso, servono interventi rapidi ed efficaci che non possono essere disattesi perché permangono prese di posizioni con molti pregiudizi e tanta ideologia, per cui alcune persone pensano di avere la verità assoluta in tasca. Facciamola finita con questi atteggiamenti e risolviamo questa emergenza. Faccia un’ordinanza nella quale dispone che tutti i rifiuti presenti per le vie della città, in modo continuativo e senza soluzione di continuità, vengano raccolti, impedendo l’accesso alle strutture adibite al conferimento dei rifiuti ai mezzi non provenienti dalla nostra provincia.

Siamo in presenza di una vera emergenza igienico sanitaria aggravata dalla mancanza di acqua. Abbiamo di fronte una gravissima condizione di degrado igienico della città che è sotto gli occhi di tutti: cassonetti stracolmi, spazzatura sparsa ovunque, vermi, topi, gabbiani, persino volpi nelle periferie della città. E sono tutti fattori che possono portare alla successiva insorgenza di alcune patologie se non si corre ai ripari. Ogni giorno riceviamo diverse segnalazioni, da parte dei cittadini che si lamentano dei rifiuti non raccolti.

Oltre al rischio igienico e sanitario, c’è anche quello legato al pericolo di incendi come già riscontrato in alcuni punti della città (zona Sant’Antonio). C’è sia il rischio di autocombustione, perché non si sa mai quale tipo di rifiuti sia presente nei cassonetti e se sia infiammabile, sia il rischio di gesti volontari da parte di una popolazione stanca e fortemente infastidita per l’abbondante presenza di rifiuti sulle strade ed in prossimità di abitazioni civili.

Ci potrebbe essere il pericolo di fenomeni di incendi dolosi dei cassonetti, una situazione ancora più pericolosa per la salute rispetto alla presenza di rifiuti organici sul manto stradale. E’ per questo che chiediamo a Lei, Sindaco, di emanare apposita ordinanza sindacale per raccogliere tutti i rifiuti della città obbligando le aziende ad accettare i rifiuti di Crotone e della provincia perchè gli altri tipi di rifiuti possono aspettare, per porre fine al degrado, al fastidio, all’insofferenza per l’odore penetrante, e in molti casi anche di vermi bigattini per terra.

E con le ondate di calore il quadro peggiorerà. Il pericolo per la salute dei Crotonesi è legato infatti alle infezioni, anche respiratorie, e i ratti attirati dai rifiuti organici sono vettori di queste patologie. E’ proprio la presenza dell’organico nelle montagne di spazzatura che circondano i cassonetti a creare problemi: la putrefazione libera microrganismi e attira insetti e topi, la cui presenza è preoccupante. Vanno prese delle precauzioni a tutela della salute delle persone. Occorre intervenire subito, con la rimozione rapida dei rifiuti e la sanificazione delle aree.

Crotone 19 luglio 2021

 

Enrico Pedace

Fabiola Marrelli

Consiglieri Comunali Consenso