Blog

Crotone, #CrotoneCittàdelleDonne: Replica alla Consigliera Dalila Venneri
 

“Accoglienza minori: argomento troppo serio per scadere in polemica”

Non è nostro costume fare polemiche su questioni così delicate come la tutela dei minori, ma
l’intervento della consigliera Dalila Venneri merita una risposta giusto per amore della verità e per
cercare di riportare il confronto sul merito senza perdersi nei retropensieri.
Dalla consigliera Venneri ci si aspetta interventi diversi, più consapevoli, e non invece comunicati
che fanno scudo alle inadempienze dell’amministrazione.
“Una questione complessa, come quella dei Minori Stranieri non accompagnati, richiederebbe un
approccio altrettanto complesso e non invece la mania di buttarla in caciara”.
Siamo totalmente d’accordo consigliera Venneri, ecco perché non comprendiamo il suo comunicato
colmo di accidia e sempre rivolto al passato, facendo finta, anche, di ignorare che
#CrotoneCittàdelleDonne altro non è che il coordinamento femminile di #CrotoneCittàdiTutti, che
esprime due consiglieri di cui lei, ci dicono, ha stima e considerazione.
Ma entrando nel merito della questione ci consenta di sottolineare che chi le ha suggerito il
comunicato, probabilmente con l’obiettivo di trovare un alibi, per arrivare a coprire le proprie
inadempienze, le ha fatto fare solo tanta confusione, arrivando addirittura a farla contraddire nel suo
stesso comunicato.
È chiaro che i minori stranieri non accompagnati che approdano nel nostro territorio vengono
affidati al Sindaco e quindi ai servizi sociali.
Ma è anche vero che la prima accoglienza deve essere svolta, chiaramente, proprio dal Comune che
si affida alternativamente al sistema nazionale di prima accoglienza dei Minori Stranieri non
Accompagnati (MSNA FAMI), oppure alle strutture residenziali per minori (come le case-famiglia
di cui il nostro Ambito Sociale è, purtroppo, sprovvisto) o infine al Sistema di accoglienza e
Integrazione ex Sprar oggi Sai.
In questo senso, non aver partecipato al bando del ministero che consentiva un ampliamento della
rete di accoglienza SAI, e quindi più posti per accogliere i minori non accompagnati, secondo noi, è
un gravissimo errore di valutazione che mette in seria difficoltà gli uffici dei Servizi Sociali
dell’ente, periodicamente posti di fronte alle emergenze degli arrivi di minori stranieri.
Se lei ritiene, invece, che vada tutto bene e che non vi siano difficoltà nella collocazione dei minori,
rispettiamo la sua posizione pur non condividendola (a differenza di quanto fa lei che vorrebbe
tacitarci per sempre), ma la invitiamo a confrontarsi con il terzo settore per capire, direttamente dai
protagonisti sul campo ed in trincea, come stanno realmente le cose.

Coordinamento Politico #CrotoneCittàdelleDonne

Per quanto ci riguarda, la nostra “non polemica” termina qui, sempre pronte al confronto, mai
disponibili a scendere nel ring delle offese e del dileggio, convinte che questa città abbia bisogno di
merito e competenza e non invece di chi abbaia alla luna.

Il coordinamento
#Crotonecittàdelledonne