Blog

Crotone: Presidio della giunta Comunale e del Sindaco Voce davanti la Sovreco spa dopo l’ordinanza della Regione Calabria sullo smaltimento dei rifiuti
 

Questa mattina il sindaco di Crotone Vincenzo Voce e tutta la giunta Comunale vista la situazione venutasi a creare dopo l’ordinanza della Regione Calabria sullo smaltimento dei rifiuti ha deciso presidiare per protesta davanti la sede della discarica sita in località Columbra nel Comune di Crotone, la Sovreco spa.

Queste le parole del sindaco Vincenzo Voce: “L’ordinanza della Regione è inaccettabile. Non si possono occupare spazi destinati alla bonifica. Crotone non è la pattumiera della Calabria. Crotone pretende rispetto. Presidio permanente alla discarica di Sovreco”

Si attendono aggiornamenti sulla vicenda.

L’ORDINANZA

Nel provvedimento viene ordinato «alla società Sovreco spa di accettare nella discarica “per rifiuti pericolosi e non”, sita in località Colombra nel Comune di Crotone, autorizzata all’esercizio con il decreto del dirigente generale della Regione Calabria n. 17770 del 13 novembre 2008 e successive modifiche e integrazioni, i rifiuti non pericolosi codici eer 19.12.12, 19.05.03 e 19.05.01 prodotti dagli impianti di trattamento regionali pubblici e privati al servizio del circuito pubblico, sino a un quantitativo massimo di 600 tonnellate al giorno, con durata fissata al 30 settembre 2021; alla società Sovreco spa è riconosciuta la tariffa massima di conferimento pari a 180 euro per tonnellata di rifiuto, oltre ecotassa, stabilita sulla base di prezzi di mercato praticati per l’operazione di smaltimento di rifiuti speciali non pericolosi».Viene inoltre ordinato al dirigente generale del dipartimento Tutela dell’Ambiente, entro un giorno dall’emanazione dell’ordinanza in questione, «di ripartire tra gli Ato Rifiuti del territorio regionale i quantitativi derivanti dalla presente ordinanza e di regolare i conferimenti giornalieri dei rifiuti non pericolosi – codici eer 19.12.12, 19.05.03 e 19.05.01 – prodotti dagli impianti di trattamento dei rifiuti urbani pubblici e privati al servizio del circuito pubblico, con la predisposizione di un calendario da inviare al gestore della discarica e agli enti di governo di ciascun Ato Rifiuti».Viene infine ordinato alle Comunità d’ambito di Cosenza, Catanzaro, Vibo Valentia, Crotone e alla Città metropolitana di Reggio Calabria di provvedere: «al massimo entro un giorno successivo al ricevimento della ripartizione di cui al punto precedente, alle procedure di omologa per l’ammissibilità in discarica di “rifiuto non pericoloso”, per come disciplinato dalla normativa vigente; alla stipula dei contratti di servizio derivanti dalla presente ordinanza, anche tramite i soggetti gestori/produttori degli impianti di trattamento» e «al gestore società Sovreco spa di trasmettere al settore Rifiuti del dipartimento Tutela dell’Ambiente della Regione Calabria, con cadenza giornaliera, i quantitativi dei rifiuti in ingresso alla discarica con la suddivisione per codice eer e per produttore/conferitore».

Risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.

due × 1 =