Blog

San Giovanni in Fiore: Comune, settore Sociale trasferito in piazza Abate Gioacchino, “primo passo – afferma la sindaca Succurro – per rivitalizzare il centro storico”
 

«Rivitalizzare il centro storico è tra le nostre priorità, sicché abbiamo trasferito a
Palazzo Romei, nella piazza cittadina, tutti gli uffici dell’assessorato al Sociale, che
ha così locali più adeguati e in concreto una maggiore autonomia operativa». Lo
afferma, in una nota, la sindaca di San Giovanni in Fiore, Rosaria Succurro, al
termine dell’inaugurazione della nuova sede, avvenuta nella mattinata di mercoledì
23 giugno. «Si tratta di un primo, importante passo – prosegue la sindaca – per
ricreare movimento nella parte storica della città. A riguardo, abbiamo pure in
programma eventi culturali ed artistici per il suo rilancio effettivo, che si
aggiungeranno alla prossima riqualificazione dell’Abbazia florense e al recupero dei
cunicoli badiali, per cui già disponiamo di finanziamenti regionali dedicati. La
decisione del centrosinistra di spostare le scuole in periferia ha danneggiato il
tessuto economico urbano, che noi vogliamo rafforzare con i riferiti interventi, i quali
avranno effetti positivi per l’intera comunità e per lo sviluppo del turismo storico-
religioso». «Puntiamo molto sulle politiche sociali, nella consapevolezza – spiega la
sindaca – che a San Giovanni in Fiore ci sono tante situazioni di disagio, specie per
le famiglie, le donne e i minori. A breve Palazzo Romei ospiterà anche il Centro
comunale antiviolenza, istituito insieme alla Fondazione Roberta Lanzino, e la
Cittadella del Volontariato, con spazi e mezzi gratuiti per le associazioni attive
nell’aiuto alla collettività». «Palazzo Romei – conclude la sindaca – sarà dunque un
modello di collaborazione tra pubblico e società civile, nell’interesse dei più deboli e
per la pratica della solidarietà».