Blog

San Giovanni in Fiore, l’assessore Ultimo in città, la sindaca Succurro: “Valorizziamo Gioacchino da Fiore e la Sila, creiamo opportunità di lavoro e allontaniamo i condizionamenti criminali”
 

«Con la massima convinzione portiamo avanti il recupero e il rilancio del nostro
centro storico, come del patrimonio architettonico e culturale legato a Gioacchino
da Fiore e alla storia monastica della città». Lo afferma, in una nota, la sindaca di
San Giovanni in Fiore, Rosaria Succurro, che nella mattinata di martedì 29 giugno
ha ricevuto in municipio l’assessore regionale all’Ambiente, Sergio De Caprio,
conosciuto come Capitano Ultimo. Insieme ad alcuni assessori comunali, la
sindaca ha poi accompagnato Ultimo a visitare l’Abbazia florense, l’antico mulino
Belsito e i cunicoli badiali. «Grazie ad uno specifico finanziamento regionale
disposto dall’assessore De Caprio, il mulino – rammenta la sindaca – sarà
acquistato e ristrutturato, per diventare sede di importanti iniziative culturali e quindi
al fine di restituire centralità e prestigio a via Roma. A breve, invece, i cunicoli, che
partono dal monastero medievale dei monaci florensi e attraversano la parte più
suggestiva del vecchio borgo silano, saranno resi accessibili al pubblico, grazie allo
stesso, corposo finanziamento. Ci onora la presenza in città dell’assessore De
Caprio, che testimonia, altresì, la sua attenzione per il nostro impegno a favore
della legalità, in un territorio che ha purtroppo subito le pressioni delle
organizzazioni criminali». Ultimo ha poi voluto visitare Lorica, «dove – ricorda
Succurro – abbiamo già iniziato i lavori di sistemazione del lungolago, per
migliorare l’offerta turistica fornendo servizi completi, anche alle famiglie».
«Voliamo alto, per utilizzare al meglio – conclude la sindaca – tutte le risorse di
storia, natura e cultura di cui dispone San Giovanni in Fiore e il suo territorio, con
l’obiettivo di creare opportunità di lavoro vero e quindi di favorire la piena libertà e
autonomia dei cittadini».

Risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.

2 × 5 =