Blog

Mancano medici e personale e l’attività ambulatoriale di neonatologia dell’ospedale di Crotone è a rischio
 

Mancano medici e personale e l’attività ambulatoriale di neonatologia dell’ospedale di Crotone è a rischio,
così com’è stato denunciato da due consiglieri comunali di Crotone di opposizione.
Questo è solo uno dei tanti segnali che indicano lo stato di abbandono della sanità crotonese. Il rischio che
tra non molto alcuni reparti dovranno chiudere è altissimo Parlando con medici e infermieri la risposta è
unanime: non è possibile tenere aperto in queste condizioni. Nel reparto di Neonatologia come in quasi
tutti gli altri mancano medici, sia perché il piano di rientro ha impedito le assunzioni e sia perché anche
quando i concorsi si fanno non danno riscontro in termini di assunzioni. Chi frequenta l’ospedale di Crotone
può constatare di persona come l’età media del personale è altissima e questo vuol dire che nel giro di
pochi anni moltissimi andranno in pensione trasformando l’ospedale San Giovanni di Dio in una scatola
vuota e lasciando i cittadini della provincia di Crotone senza il diritto alla salute.
Io trovo molto pericoloso che la politica su questi temi sia sostanzialmente incapace di ottenere anche
minimi risultati o che il terzo settore si giri dall’altra parte. Questa città rischia seriamente la morte civile.
Nessuna comunità può reggere a lungo la povertà economica, culturale, infrastrutturale, democratica. Per
questo credo che senza furbizie o strumentalizzazioni, tutta la comunità crotonese deve mettere in campo
una mobilitazione importante per dire ai decisori politici nazionali e locali che vogliamo il rilancio della
sanità pubblica crotonese attraverso finanziamenti e strutture. Altrimenti vorrebbe dire che questa
drammatica emergenza pandemica non ha insegnato nulla.

Filippo Sestito

Risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.

quattro + 14 =