Blog

Un sorriso alle persone meno abbienti con l’iniziativa “PranziAMO”, il 23 aprile in Piazza dei Bruzi
 

E’ uno degli obiettivi dell’iniziativa “PranziAMO”, promossa dalla sezione cosentina di ADRA (Agenzia per lo sviluppo ed il soccorso della Chiesa Avventista del 7° giorno), organizzazione umanitaria che opera a livello mondiale e che a Cosenza è attiva dal 2016. L’appuntamento, patrocinato dall’Amministrazione comunale e voluto dal Sindaco Mario Occhiuto, è per il prossimo 23 aprile, alle ore 13,00, in Piazza dei Bruzi. Grazie ad una catena di solidarietà che vedrà impegnati non solo i volontari di ADRA, ma anche quelli della Protezione Civile regionale, sarà somministrato un pasto caldo ai poveri della città.
“Non si tratta solo e soltanto di fornire un pasto caldo alle persone meno fortunate della nostra città- spiega Serafino Roberto, responsabile della sezione cosentina di ADRA – ma di farle sentire parte integrante del contesto sociale e non estranee allo stesso. Con questa iniziativa vogliamo simbolicamente restituire loro ciò che la sorte gli ha tolto e stimolare una riflessione più ampia nella cittadinanza per far scattare la scintilla della solidarietà”.
Quella del 23 aprile è la seconda iniziativa promossa dalla sezione cosentina di ADRA. La prima risale al 5 febbraio di quest’anno quando, sempre in Piazza dei Bruzi, venne organizzato il pranzo della solidarietà. In questa nuova occasione, l’iniziativa “PranziAMO” è stata subito accolta con favore dal Sindaco Mario Occhiuto che l’ha immediatamente sposata, insieme alla consigliera delegata al welfare Alessandra De Rosa.
ADRA è l’Agenzia umanitaria Avventista che opera in Italia e all’estero e che è attiva in più di 120 paesi al mondo. Si impegna per la lotta alla povertà e per fornire supporto e sollievo verso quelle situazioni di disagio sociale senza distinzione di appartenenza politica, religiosa, etnica o di genere. Fornisce un aiuto concreto per restituire dignità alla persona. E questo farà anche in occasione dell’iniziativa di Cosenza del prossimo 23 aprile

Risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.

uno + 11 =